giovedì 6 settembre 2018

GRECIA OGGI ... ITALIA DOMANI ?

Su uno dei miei siti preferiti di politica economica ( Keiser report ) ho giusto seguito un video sulle conseguenze della crisi greca ... che termina con il godibile commento che **gli avvoltoi della finanza hanno spolpato l'osso fino all'ultimo pezzetto di carne e se ne sono andati**.
Il riferimento era ovviamente all'annuncio ufficiale che la economia Greca si era stabilizzata ed il programma di finanziamenti straordinari era arrivato alla fine ... strombazzato su tutti i media, TV e giornali.
Le conseguenze della tragedia greca si possono riassumere in pochi dati
-   Il PIL è sceso del 25%
-   400.000 giovani se ne sono andati, ovviamente quelli più istruiti che trovano lavoro
-   i prezzi delle case sono crollati del 43%
-   le pensioni sono state falcidiate i circa il 30%
-   decine o centinaia di migliaia di poveri non possono accedere alla assistenza sanitaria.

Il commento di Keiser è che lo strombazzato programma di assistenza è consistito nel fornire quei miliardi di euro necessari alle banche greche per rimborsare i prestiti avuti dalle banche europee, ma principalmente tedesche ... in sostanza a salvare le banche tedesche.
A fronte di questi **aiuti** i greci si sono dovuti vendere di tutto, porti ... aziende pubbliche e tutto il vendibile ... hanno dovuto ridurre le spese dello stato, pensioni ed ogni programma sociale ... ed ancora si ritrovano con addosso un debito enorme ... da rimborsare nei prossimi 50 anni.

Giusto parlare con sdegno di questo aspetto ... ma quello che mi sorprende è che nessuno abbia sottolineato il punto principale della questione .... il Governo Greco non era obbligato a fare dei debiti ... non era obbligato a gettare una barca di miliardi nelle Olimpiadi ... e sopratutto ... dove sono finiti i miliardi di euro che sono stati richiesti in prestito e non sono stati restituiti ?
Non ci vuole molto ad immaginarselo, con la entrata nell'euro e credito accessibile in misura illimitata a tassi ridotti tutta la feccia dei partiti e faccendieri si è gettata in operazioni prive. di senso se andava bene ... ed architettate per permettere mazzette e ruberie in tutti gli altri casi 
Alla fine pagano tutti i Greci ... come si dice ** chi ha dato ha dato ... chi ha avuto ha avuto ...scordammece o' passato**.... tra. chi ha dimenticato, e chi non ha neanche capito quello che è successo ... tutto finisce a tarallucci e vino.

Queste considerazioni mi sono venute alla mente ascoltando oggi la notizia che Arcelor Mittal ha chiuso l'accordo per l'acquisto di ILVA.
Per chi non lo sapesse ILVA è la più grande acciaieria in Europa occidentale, che a suo tempo ha sostituito la produzione di aziende storiche come Falck e la Breda di Milano, Bagnoli di Napoli, molto delle Cornigliano di Genova.
Era proprietà dello Stato ... cioè dii noi cittadini Italiani ... un valore enorme sia in termini economici che in termini di prestigio ( una grande nazione industriale si produce il suo acciaio ).
Cinquanta anni di governo dei partiti ... pieni di incapaci, ignoranti, presuntosi ... e spesso anche disonesti ... assunzioni inutili a botte di centinaia per prendere voti alle elezioni  ... con un sindacato alla Pulcinella che teneva bordone e ... tutto sparito ... adesso i padroni sono gli Indiani ... e per i padroni di una volta ... noi ... solo due dita negli occhi.

Governi che per decenni hanno dilapidato la ricchezza della nazione ... regalando stipendi e pensioni a milioni di parassiti sociali ... pieni di vermi che hanno rubato tutto quello che potevano  rubare... che hanno tirato a campare (s)vendendo uno dopo l'altro le aziende gigantesche dell' IRI ... che si sono in aggiunta riempiti di debiti colossali ... è un film che adesso abbiamo già visto.
La repubblica dei partiti ci ha portato sulla stessa strada della Grecia ... e se non ci salviamo con questo Governo di oggi ... rottamando partiti e sindacati ... lasciando ai cittadini l'unico strumento di vera democrazia che è il referendum su tutte le strategie dello Stato ... se non faremo questo...arriveremo anche noi fino in fondo ... dove sono oggi i Greci.








sabato 1 settembre 2018

LAVORO E MERIDIONE


Diversi esponenti del Movimento 5 stelle ( per il quale ho votato ) si sono espressi recentemente a proposito della necessità di ridurre la disoccupazione e creare posti di lavoro, senza dubbio uno dei maggiori problemi delle situazione Italiana ( e non solo ) del momento presente.
Mi spiace constatare che non sono capaci di andare al di là del proprio naso ed alle banalità che per anni ci hanno fatto ascoltare sindacati e partiti.
Ragionano in termini che oggi sono ampiamente superati, come espongo nei punti che seguono … chi vuole interloquire, anche contestando .. è il benvenuto, spero di aprire una discussione utile per tutti.

1 Il lavoro sparirà tra breve ( quello solito )

Ho lavorato per cinquanta anni nella industria meccanica, e sono io stesso meravigliato della travolgente avanzata della elettronica, la industria dove lavoravo al momento della mia andata in pensione produce circa 200 volte di più ( in quantità ) con il 20% degli operai in meno ( periodo 1978 - 2015 ).
Oggi per molte operazioni ancora manuali costa meno investire in una apparecchiatura automatica che pagare un dipendente per un lavoro manuale.
In compenso i dipendenti in ufficio sono aumentati di venti volte, da 4 a 80 : e sono ingeneri e disegnatori in ufficio tecnico, tecnici nella organizzazione della produzione, ingegneri e tecnici nelle vendite e nel marketing. 
Non è lontano il momento nel quale le officine di produzione saranno totalmente robotizzate, è di oggi un articolo che parla del travolgente aumento di robot e macchine automatiche in Italia ( + 38% sui dati del 2017 ) con un ingegnere della Comau che dichiara il costo della elettronica essere sceso dell’80% in cinque anni !!!

2 Il lavoro è tutto da creare ( quello nuovo )

Nel mondo che arriverà è una pia illusione pensare di competere con industrie cinesi e di altri paesi in via di sviluppo, ci dobbiamo inventare dei lavori nuovi.
Cosa fanno gli Svizzeri ? Fanno dei prodotti che altri non sono capaci di fare, e se li fanno pagare in modo adeguato … se vuoi un coltellino svizzero, un orologio, o una punta a forare con diametro 0.15 mm  la paghi … altrimenti ti arrangi … e lo stesso per decine di altri prodotti.

Noi dobbiamo fare lo stesso, e siamo l’unico popolo al mondo che, per diverse ragioni se lo può permettere … dato che abbiamo una serie impressionante di opportunità … un elenco
  • Il maggiore concentrato di antichità archeologiche al mondo, milioni di persone vogliono vederle
  • Le più belle città del mondo, milioni di persone vogliono vederle
  • La migliore cucina del mondo
  • I migliori prodotti alimentari del mondo
  • Le migliori automobili del mondo
  • La migliore moda del mondo
  • Le migliori macchine automatiche del mondo in diversi settori
  • I più bei panorami del mondo … mare e montagne concentrate nel raggio di 1.000 
In altre parole, in aggiunta a vendere per il mondo le nostre eccellenze manifatturiere in meccanica, impiantistica e prodotti tecnici … ci dobbiamo trasformare in una isola di cultura, eleganza e buon gusto … attirare un turismo di élite … quello che permette la sopravvivenza di alberghi e ristoranti di alto livello … con dipendenti pagati come si deve.

3 Come facciamo ?

Facile a dirsi … ma tocca farlo : altrimenti la strada verso la miseria è quello che ci attende

3.1 La scuola
La scuola di oggi è un misero ignorantificio, va riformata con meritocrazia, selezione dura, disciplina.
Se non tiriamo su dei giovani capaci di mandare avanti l’ Italia di domani … siamo fatti … e non basta che imparino le nozioni tecniche indispensabili per fare un lavoro, devono anche mettere insieme un minimo di cultura, leggere dei libri di storia e filosofia, girare l’Europa visitando i luoghi della storia … 
nessuno può fare il capo di una azienda senza un minimo di cultura.
E intanto che ci siamo vediamo di insegnare ai giovani il rispetto per gli altri, che è la prima qualità della persona civile … ed oggi è sparito.

Insomma tutto il contrario dei semi-illetterati che girano sbracati, con le ciabatte, tutto il giorno intenti a messaggiare delle fesserie inutili o ascoltare musica a tutto volume con le cuffiette … questi saranno i miserabili di domani, persone senza arte né parte, il vero sotto-proletariato.

3.2 I sindacati
I sindacati vanno aboliti, hanno fatto abbastanza danni al popolo Italiano.
Un legge dello stato che disciplini le condizioni di lavoro, ogni azienda paga i dipendenti quello che può pagare, il mercato sceglie le aziende che sopravvivono e la gente sceglie dove andare a lavorare.
Vi sembra eccessivo ?
I sindacati sono nati agli albori della rivoluzione industriale, con migliaia di proletari senza specializzazione e quindi intercambiabili ed i padroni delle fabbriche che ci speculavano sopra assumendo quelli che lavoravano per meno.
Queso mondo non esiste più … i veri speculatori sono i padroni della finanza internazionale, che non sappiamo neanche chi sono …ed i proletari non esistono più, oggi i cosiddetti operai sono degli operatori che guidano macchine utensili dando comandi al computer.
Neanche le classi sociali esistono più : un barbiere è un imprenditore ( possiede la sua azienda ) o un. perdio ( fa un lavoro manuale ) ?
Nel frattempo i sindacati hanno invaso il pubblico ed il privato … discutendo per mesi migliaia di contratti diversi, difendendo più i lazzaroni ( pagano la tessera ) che chi lavora davvero ( non ha bisogno di essere difeso, una azienda che impiega una persona seria se la tiene stretta ) …e sono diventati la vera sanguisuga cha campa alle spalle di chi lavora.
Due soli esempi
Inizio lavoro Alfasud : un Lunedì la partita del campionato mondiale, a Pomigliano il 43% di malati.
Aeroporto di Malpensa : quelli che rubavano nelle valigie, licenziati ma reintegrati nel posto di lavoro
In tutti e due i casi, che coprono un intervallo temporale di circa 40 anni … non ha pagato nessuno : trovate strano che la produttività della nostra industria ed il PIL siano in continua discesa da venti anni … è con questi metodi che pensiamo di sopravvivere negli anni futuri  alla concorrenza cinese ?

3.3 Il lavoro
Se la Campania fosse governata dai Tedeschi, in Campania sarebbero tutti ricchi.
Milioni di turisti farebbero la fila per Pompei, Ercolano, la Reggia di Caserta, il Cristo Velato della cappella San Severo, la costiera Amalfitana, ed i mille e mille ristoranti ed alberghi necessari.
Tutto questo ben di Dio … può essere venduto a prezzi alti e offrendo sevizi di classe, con personale addestrato ed accogliente.
I turisti ciabattanti con la bottiglietta d’acqua nello zaino, che pisciano dietro le colonne dei monumenti possono andare altrove … qui si parla di affari e di benessere degli Italiani.
Come detto … facile a dirsi … difficile a farsi : chi lo deve fare ?
il governo lo deve fare, ma prima lo deve capire lui e poi farlo capire agli Italiani.
Se i turisti a Napoli vengono borseggiati, trovano i ristoranti poco puliti ed i camerieri che scaricavano al porto il giorno prima e parlano solo napoletano … come dicono a Roma *ciao core*.

4 Prime questioni sul tavolo

E’ ammirevole l’impegno di questo governo per le misure che sta prendendo, ma prima di agire occorre pensare altrimenti perdiamo tempo e soldi :

4.1 ILVA
Che senso ha insistere sulla assunzione di tutti i 14.000 dipendenti quando è chiaro che ne servono solo 8.500 ?
Se cominciamo a pagare 5.500 persone a fare niente perché tengono famiglia … cominciamo male … allora tanto vale farli lavorare a costruire strade o case popolari che sono cose utili.

4.2 Misure per il lavoro
Che senso ha togliere i contributi alle aziende del Sud ( il che produrrà un enorme lavoro burocratico ed un altrettanto enorme pericolo di truffe ) ?
E’ molto meglio usare quel denaro per ridurre il cuneo fiscale sul costo del lavoro in tutta Italia … sarebbe un primo passo verso una nazione civile, un aiuto serio a tutte le industrie serie. e di sicuro un incremento sulle imposte sui profitti.
Un articolo del Sole 24 ore che informa le nostre vendite di automi essere aumentate del 38%, ed esportiamo in tutto il mondo : questo tipo di industrie va aiutato, quelle che hanno dimensioni e capacità per vendere nel mondo ed aumentare le esportazioni … con le start-up si fa del romanticismo ma non si arriva da nessuna parte.

4.3 Chi sbaglia paga
Che senso ha vedere dei giudici che mandano in libertà uno spacciatore immigrato … perché è in stato di bisogno ? Che senso ha far perdere tempo ai tribunali consegnando un decreto di espulsione agli immigrati, che lo gettano via uscendo dal tribunale tanto nessuno li controlla .. con i carabinieri che arrestano della gente per la ennesima volta dopo che hanno ignorato una lista di decreti di espulsione ?
I delinquenti devono avere paura della polizia, i ladri della prigione … altrimenti crolla tutto … ed i processi non possono durare anni ed anni con ricorsi e tre gradi di giudizio … sembra tutto fatto apposta per far andare in malora la nazione.

4.4 Vogliamo una nazione civile
Che senso ha uno stato ed altre amministrazioni pubbliche con un patrimonio di migliaia di appartamenti senza la capacità ( e forse la voglia ) di buttare fuori tutti gli abusivi ed affittare gli alloggi ad un prezzo equo a tutte le famiglie che faticano a tirare avanti ?
E se non paghi l’affitto devi andare in assistenza, le due gestioni devono essere separate altrimenti non si capisce più niente.
Per quale motivo non esistono rifugi statali per vecchi senza risorse ?
E invece si gettano soldi a costruire aeroporti inutili e palazzetti dello sport a centinaia ?
Tutto quanto sopra è solo possibile perché gli Italiani si sono anestetizzati e pensano solo al loro interesse personale, quando dovrebbero pensare al loro interesse di cittadini … perché sarà la condizione economica della nazione a determinare il loro livello di vita nel futuro.

5 Conclusione

Insomma cari Di Maio e Salvini … è vero che con la eliminazione dei vitalizi, il taglio delle pensioni d’oro e la soluzione della invasione dei migranti vincerete le lezioni per i prossimi dieci anni … ma adesso … mentre procedete a tagliare le mille ingiustizie ed i mille parassitismi che la casta dei partiti si è preparata in settanta anni di dominio assoluto ( potevi votare solo per loro .. e loro si dividevano la torta ) … è ora di sedersi a un tavolo con qualcuno che ci capisce, immaginare come sarà il mondo fra venti anni e cominciare preparare la nazione in anticipo.

In fondo … questo deve fare un governante serio … facendolo capire ai cittadini … cominciare adesso a prendere strada che fra qualche anno ci farà trovare nel gruppo delle nazioni più civili … quando ha ancora il tempo di farlo.

Possiamo ancora essere tra i migliori se solo vogliamo … ma dobbiamo *volerlo* … e darci da fare … controllare da noi se i governi fanno quello che devono … e prenderli a male parole se non lo fanno.

Votare per quelli giusti e lasciar fare a loro … è stato un disastro … adesso dobbiamo rimboccarci le maniche noi … i cittadini … vedete di farlo capire.

lunedì 20 agosto 2018

PUBBLICO E PRIVATO

La  recente sciagura del ponte di Genova ha portato alla luce la vergognosa convenzione con la quale lo Stato ha dato in gestione le autostrade a privati, consentendo a questi ultimi profitti favolosi e accontentandosi delle noccioline come compenso.
Questa situazione si inquadra in quel gigantesco furto perpetrato a danno dei cittadini Italiani, che ha avuto come effetto lo spacchettamento e la cessione di un gigantesco impero industriale, il cui valore inestimabile era stato accumulato a loro spese nel corso di decenni.
Stiamo parlando di Ansaldo, Alitalia, Enel, Eni, Autostrade, Telecom, SME, Italsider, Italtel ... e non sono neanche sicuro di ricordarle tutte.

Questa tragica vicenda ha preso le mosse verso la fine degli anni 80 ... quando la gestione criminale dei partiti aveva ridotto la nazione sull'orlo del fallimento.
Invece di mettere ordine nella gestione ... come nei romanzi classici che descrivono la rovina di famiglie di antica ricchezza ... sono passati alla svendita dei gioielli di casa per tappare i buchi, senza considerare che non risolvendo i problemi la situazione si sarebbe ripresentata tale a quale dopo qualche anno ... e questa volta non ci sarebbero stati gioielli da svendere.
E si sarebbe dovuti passare ad alzare le tasse a strangolo ... come puntualmente avvenuto.

Cosa era avvenuto ?
Semplice ... lo Stato, padrone di monopoli di enorme dimensione che avrebbero dovuto rendere migliaia di miliardi di utili se gestiti bene ... per la cretinaggine dei politici a caccia di voti ... e con la complicità dei sindacati ( che se fanno il campionato mondiale dei sindacati più ignoranti i nostri arrivano primi di sicuro ) ... hanno semplicemente assunto tutti, con delle regole sindacali che impedivano di fatto la possibilità di una gestione corretta.

Forse qualcuno ricorderà ancora ... ed è solo uno dei casi ... che gli addetti ai bagagli che rubavano dalle valige a Malpensa, dopo essere stati licenziati sono stati reintegrati al loro posto dai giudici del lavoro.
Forse in pochi lo ricorderanno ma ad inizio anni 90 le Ferrovie si sono accorte di avere un 20.000 dipendenti di troppo ... e li hanno lasciati a casa mandandoli in pensione con la felice approvazione dei sindacati ... il sottoscritto ha conosciuto una signora andata in pensione allora con soli nove anni di servizio ...e che da allora prende la pensione.
E non voglio neanche menzionare i dipendenti pubblici che timbrano e vanno al bar.

Al grido di * La gestione pubblica è inefficiente ...meglio privatizzare !! * questo enorme patrimonio ... una ricchezza di proprietà di tutti gli Italiani è stata malamente svenduta
privando lo stato di immense risorse, ed avviando la nazione sulla strada di un debito pubblico continuamene crescente, che oggi rischia di portarci alla rovina.

I danni che questa classe politica ( sindacati compresi ) ... nella quale navigano e prosperano ignoranti, incapaci, presuntuosi e ladri in quantità ... ha fatto al nostro popolo sono danni immensi.
Riparare questi danni sarà una impresa ciclopica, e ci vorranno anni ed anni, ma se non lo facciamo che l' Italia vada verso il terzo mondo è inevitabile.

Il primo passo, rendersi conto di quanto è successo e voler cambiare le cose, è il più difficile ma è necessario per cominciare.
Lasciate stare la vostra idea politica, destra e sinistra sono ormai parole senza significato, oggi contano solo le cose serie e le buffonate ... e noi vogliamo le cose serie.
Questo governo, che ho votato consapevole che faranno degli errori per inesperienza e sopratutto che i milioni di scarafaggi che vivono alle spalle di chi lavora faranno di tutto per rendergli la vita difficile, dimostra decisione e buona volontà ... teniamolo in piedi.
Già se non rubano ci abbiamo guadagnato.

Vi lascio ricordandovi un pensiero di Thomas Jefferson, uno dei primi presidenti Americani, che nei primi anni dell '800 ha scritto
* Quel popolo che pensa di potersi disinteressare della politica e nello stesso tempo restare un popolo libero ... immagina qualcosa che non è mai stato né mai sarà *





giovedì 9 agosto 2018

TTP ... CETA .. ET SIMILIA

Il presente governo, con ragione, vuole rifiutare il CETA ovvero un accordo commerciale per il libero scambio con il Canada.
Questo dopo che il cammino del TTP, la stessa fregatura da parte degli Stati Uniti, è ormai passato nella spazzatura per via della resistenza di numerosi paesi europei.

Ovviamente si tratta della stessa fregatura, che ci rifila tranquillamente i prodotti OGM che non vogliamo, basta che una azienda americana apra una filiale in Canada ed il gioco è fatto.
Quanto sopra, per i gonzi che ci credono, in nome del libero commercio ... vinca il migliore  ... va tutto a vantaggio del consumatore ... ed altre fesserie del repertorio di lorsignori ... che ultimamente si sono prodotti in uno show incredibile facendo inserire il parmigiano ed il prosciutto di Parma tra gli alimenti dannosi alla salute in una lista preparata nientemeno che dalla Organizzazione mondiale della sanità.

Dato che ormai alle prediche di lorsignori non ci crede più neanche Topolino, mi sono messo in cerca su Internet, ed ho trovato questa perla ... che descrive la mentalità del libero commercio secondo i nostri amici a stelle e strisce.

 il deux ex machina ... l' inventore della mascalzonata dei Trattati di Versailles, il Presidente venuto da oltre oceano Thomas Woodrow Wilson nel corso di una serie di lezioni ai ragazzi americani  alla Columbia University: 
*Dal momento che il commercio ignora i confini nazionali e il produttore preme per avere il mondo come mercato, la bandiera della sua nazione deve seguirlo e le porte delle nazioni chiuse devono essere abbattute. Le concessioni ottenute dai finanzieri devono essere salvaguardate dai ministri dello stato, anche se in questo, venisse violata la sovranità delle nazioni recalcitranti… Vanno conquistate o impiantate colonie, affinché al mondo non resti un solo angolo utile trascurato o inutilizzato>    

Si era opportunamente dimenticato di dire ...non faceva elegante ... che le nazioni che si opponevano alla conquista del loro mercato da parte delle aziende americane dovevano essre obbligate con le sanzioni economiche e ... se non bastavano le sanzioni... portando sul posto la democrazia ... *la bandiera della sua nazione deve seguirlo*  è un gentile simbolismo per significare che le nazioni recalcitranti vanno convinte a cannonate o con i bombardamenti ... fino a quando gli anti-democratici la piantano di fare problemi.

martedì 7 agosto 2018

ILVA.  ... SEMPITERNA

Nel 2012 avevo già publicato su questo blog qualche considerazione storica sulla questione Taranto, oggi ... dopo sei anni la faccenda torna di attualità nei termini di sempre ... ed intanto sono atati gettati dalla finestra ( e sottrstti dalle tasche degli italiani ) qualche centinaio di milardi delle vecchie lire, la conversione in Euro fatevela voi.

Da quando la acciaieria è stata costruita, ed i boss politici locali hanno imposto la assunzione dei tremila muratori che la hanno costruita, la ILVA ha divorato miliardi di lire a carrettate ... fino ad obbligare lo stato a disfarsi della allora Italsider rifilandola alla famiglia Riva.
I Riva si saranno barcamenati come potevano ... i giornali parlavano di una palazzina destinata ad accogliere ogni mattina gli impiegati che timbravano ma non avevano nulla da fare ... ed il numero degli operai non deve esere diminuito neanche lui se oggi gli esuberi sono migliaia.

Adesso ... espropriati i Riva alla bersagliera per reati ambientali ( ma come facevano ad investire in misure adeguate se dovevano pagare ogni mese migliaia di stipendi inutili ) 
siamo ritornati alle solite ... la fabbrica non rende e lo stato ci deve mettere una barca di soldi ogni mese.

Gli indiani di Mittal sono bravi ... uno dei maggiori gruppi di siderurgia al mondo ... dicono di saper fare funzionare la fabbrica ... ma che la gestione sarebbe in perdita dovendo pagare migliaia di persone per non fare niente.
Governo e sindacati a muso duro ... di esuberi non si parla.

Come finirà ?
E' semplice ... in uno dei due modi seguenti
1
Si continua come prima, lo stato ( gli Italiani che lavorano ) paga ogni mese una carrettata di soldi perché qualche migliaio di persone inutili faccia finta di lavorare ...
2
La spunta la Mittal perché la realtà é sempre più forte delle chiacchiere  e lo stato può spendere gli stessi soldi per investire in iniziative che diano agli occupati fasulli di Ilva un lavoro serio e dignitoso invece di una elemosina di stato.

mercoledì 1 agosto 2018

MONDI ALIENI / 4

Questo mondo di alieno ha poco, in quanto ci viviamo dentro, la sua caratteristica di estraneità mi deriva dal fatto che continuo a meravigliarmi del fiume di parole che si fanno sull'argomento ... da anni ... senza che si arrivi a capire quello che è evidente.

Di cosa stiamo parlando ?
Stiamo parlando del lavoro che manca, della disoccupazione che dilaga, ed il motivo che mi spinge a scrivere è la notizia che la SVIMEZ ha annunciato oggi ... una ricerca sul disastro che si sta verificando nel Sud Italia, milioni di persone che se vanno, sopratutto giovani istruiti che sono costretti a sfuggire alla miseria cercando una lavoro all'estero.

Sono anni che la menano con questa faccenda del lavoro ... ogni babbeo dice la sua ... uno ritiene che bisogna investire dei soldi ... l'altro che basta riorganizzare i centri dell' impiego ... oggi parlano di finanziare le start-up e l' auto-imprenditorialità ... i più scemi se ne escono ogni tanto con il fatto che *bisogna fare squadra* ( se gli chiedete cosa vuol dire ... non lo sanno mica spiegare ... lo dicono perché suona bene ).

Eppure è così facile da capire ... il lavoro manca per un semplice motivo ... il sistema Italia non è in grado di produrre beni e servizi vendibili sul mercato mondiale ... che trovino clienti ed abbiano. prezzi competitivi ... tutto il resto sono chiacchiere.

Da dove è arrivato il miracolo economico italiano ...quello che ha meravigliato il mondo ?
Abbiamo inventato tutto quello che si poteva inventare.
Abbiamo riempito il mondo di vespe e lambrette, abbiamo travolto i mercati con mobili, lampade. divani, caffettiere, pentole, vestiti ... dal design elegante ed inimitabile, abbiamo motorizzato l' Europa con la 500, abbiamo creato delle industrie che producevano frigoriferi e lavatrici a prezzi accessibili a tutti ... i nostri registi hanno riempito le sale di tutti i cinema con dei film che erano capolavori mondiali.
Tutti sbavavano per quello che veniva dall' Italia ... lavoro per tutti ... ci siamo arricchiti.

E poi ?
Invece di usare i soldi che c'erano per andare ancora più avanti ... cosa è successo ?
I dipendenti pubblici si sono moltiplicati gli stipendi.
I sindacati hanno imposto leggi e regole che sono la rovina dell'industria e del resto.
Tutti hanno rubato tutto quello che si poteva rubare.
Milioni di parassiti sociali vivono alle spalle di chi lavora ... e li strangolano di tasse.
Decine di migliaia di aziende sono fallite ... o sono scappate all'estero per sopravvivere.

Mi sapete citare un prodotto Italiano di successo negli ultimi venti anni ?
Ci stiamo mangiando la enorme ricchezza che il popolo Italiano aveva accumulato nei trenta anni di duro lavoro dopo la guerra ... siamo sulla strada della miseria.

Non servono investimenti, non servono aiuti alle start-up, non servono i centri dell'impiego ... serve rimettere l' Italia in carreggiata ed usare in modo intelligente le nostre potenzialità che sono enormi ... un turismo di alto livello ... prodotti di alta qualità .. fare dell' Italia un luogo ambito da visitare per un turismo di qualità ... e dei suoi prodotti l'oggetto del desiderio.

Questo per come la vedo io ... se volete dire la vostra ed esprimere delle idee anche differenti siete i benvenuti ... è la discussione che produce delle idee intelligenti.








domenica 15 luglio 2018

UN. POPOLO. DI. RINCITRULLITI



La nostra TV, sia perché i suoi giornalisti strapagati se ne vanno due mesi in ferie, sia perché non ha niente di meglio ripropone trasmissioni di trenta o quaranta anni fa ... con il risultato di rendere evidente l'abisso tra le bellissime canzoni di allora e lo squallore di quelle di oggi.
A quei tempi, dove centinaia di capolavori hanno accompagnato la nostra gioventù, la musica popolare esprimeva gioia di vivere e speranza nel futuro.
Oggi le cantilene di devastante squallore che ci vengono rifilate da pseudo-artisti che si distinguono da accattoni di strada solo per essere pieni di tatuaggi fino negli orecchi, rendono bene l'abbassamento del livello di civiltà e la miseria esistenziale del nostro popolo.

I complottisti dicono che è lo scopo desiderato dal capitalismo terminale quello di ridurre i popoli a masse di deficienti che passano le giornate a chattare sul telefonino, senza capire quello che sta succedendo.
Se è così non sono lontani dal raggiungere il loro scopo.

Le considerazioni di sopra per aver letto, su di un sito francese tra i miei preferiti  e che leggo ogni sera ( insolentiae.fr ) un articolo dove si dimostra con tanto di esempio che una delle tecniche di istupidimento della gente, in questo caso di chi legge i giornali, è scrivere il titolo di un articolo con un senso opposto a quanto detto nell'articolo stesso.
Lo scopo è evidente ... chi legge il giornale di corsa, senza leggere tutto l'articolo, si convince del contrario di quello che è successo ... mentre il giornale può sempre rispondere alle critiche eventuali dicendo che l'articolo riporta correttamente l'accaduto.

In questa epoca, che vedrà a breve la sparizione dei giornali stampati su carta, il controllo della informazione su internet scatenerà lotte feroci, e giganteschi tentativi di censurare la informazione distribuita.
Solo pochi giorni fa il Parlamento Europeo ha fortunosamente rigettato una proposta di legge che tendeva a limitare la possibilità di scrivere liberamente su Internet ... ma ovviamente la cosa non finisce qui ...ne vedremo delle belle.


lunedì 2 luglio 2018

TRUMP IMPREVEDIBILE



E' il commento che si è letto spesso frequentemente sui giornali, di fronte alle affermazioni su twitter, pii corrette e smentite ad un ritmo vulcanico.
Eppure una linea si andava delineando lentamente ... ed ora si precisa con maggiore chiarezza ... per lo meno come la vedo io :
1
Globalizzazione
Alla caduta del comunismo la grande finanza americana ha organizzato un piano gigantesco per il dominio della economia mondiale
- conquista della proprietà delle enormi ricchezze mineraie della Russia
- dominio del settore industriale cinese, trasferendo sul posto grandi industrie americane
- creazione della Unione Europea per controllare tutto da Bruxelles
- creazione del WTO  per dominare con grandi aziende americane il commercio mondiale
2
Fallimento della globalizzazione
Cinesi e Russi non hanno l'anello al naso, ed hanno fatto fallire il progetto della globalizzazione, anzi di fronte alle minacce americane di sanzioni economiche a strangolo stanno distruggendo la base stessa della potenza economica americana, ovvero il dollaro come valuta mondiale di riserva.
3
Tentativo di sopravvivenza americana.
Con una economia marcia e gonfiata, che rischia di collassre senza preavviso, gli USA si trovano ora di fronte alla necessità di sopravvivere, e stanno smantellando tutta la costruzione della globalizzazione, ovvero
- fine del Free Trade e degli accordi forzosi tipo NAFTA, TTIP, TTP e simili
- conseguente protezionismo commerciale
- ritiro delle loro forze da Medio Oriente ed Europa
- fine della Unione Europea, meglio dividerla e cercare il controllo di nazioni importanti

Perché mi sembra questo l'andazzo ?
Ho letto di un pettegolezzo su di un sito americano, che dice Trump essere in procinto di uscire dal WTO, che era stato creato dagli USA negli anni 90 ... e sarebbe dovuto servire al sogno americano ... dire ad ogni paese cosa poteva esportare, cosa doveva importare .. e nei due casi a quale prezzo.

Quanto sopra, se si rivelasse vero, ci imporrebbe una scelta meditata su quale deve essere la Europa che vogliamo mantenere in vita ...